Archivi mensili:Marzo 2017

preparare la pelle al sole

Come preparare la pelle all’esposizione solare

I raggi caldi del sole tornano a farsi sentire e chi ci toglie una giornata sul Lago di Garda? Io approfitto di ogni occasione per passare qualche ora nella natura o sulla spiaggia, ora che le temperature lo permettono. Ma so anche perfettamente che è proprio questo primo sole, quello che si sente poco, che può rovinare la mia pelle.

Queste settimane sono quelle in cui dobbiamo iniziare a preparare la nostra pelle per l’abbronzatura e proteggerla dai raggi UV. Ecco qualche piccolo consiglio e qualche trucco per prepararci ad un’abbronzatura perfetta e senza rischi.

6 regole d’oro per proteggere la nostra pelle dal sole in primavera

proteggere la pelle dai raggi UV

1. Inizia con scrub e peeling un mese prima dell’esposizione, almeno 2 volte a settimana. In inverno la pelle si secca, poi è meno protetta quando la esponiamo per tempi più prolungati all’aria aperta e al sole. Depuriamola quindi, esfoliamola delicatamente, senza usare prodotti aggressivi. Possiamo usare la maschera esfoliante eco, bio e fresca di Ringana, depurando la pelle del viso con delicatezza. Non dimentichiamoci di esfoliare anche il corpo. Guarda qui: 10 ricette di scrub per il corpo fai da te, naturali, freschi e assolutamente sicuri.

2. Idratiamo la pelle, fuori, con prodotti eco e bio, e dentro, bevendo almeno due litri di acqua al giorno. Bere molto è una delle cure più efficaci per la maggior parte dei nostri disturbi ed è molto sottovalutato

3. Non esponiamoci nelle ore più calde della giornata, ma questo vale tutto l’anno

4. Proteggiamo gli occhi con occhiali da sole che avvolgano il viso, per evitare anche le radiazioni riflesse

5. Alimentiamoci correttamente. Per favorire l’abbronzatura possiamo infatti cominciare proprio da qui, dalla tavola, con una dieta ricca di vitamine A, C, D ed E che favoriscono la produzione di melanina, il pigmento della nostra pelle e aggiungiamo più cibi che contengono betacarotene, presente ad esempio nelle verdure arancioni e rosse, nella paprika, nelle varietà di peperoncino e nel prezzemolo. Cerchiamo anche di assumere cibi che contengano nutrienti che potenzino la protezione della pelle come il licopene (presente nei pomodori, soprattutto cotti o nel sugo) e la luteina, fondamentale proteina per gli occhi, presente negli spinaci.

6. Cibo e integratori non sono sufficienti a prevenire i danni del sole. Mettiamo sempre la crema solare con una buona protezione, anche quando il cielo è nuvoloso, perché le radiazioni le oltrepassano facilmente e non avvertendo il calore si rimane esposti più a lungo, correndo il rischio di scottarsi senza accorgersene.

Le soluzioni di Ringana per preparare e proteggere la tua pelle

protezione e preparazione della pelle al sole Ringana

E Ringana cosa ti offre per preparare la tua pelle al sole in primavera? Vediamo insieme.

Maschera Esfoliante per il viso

Per sostenere il momento di cambiamento, della stagione e della nostra pelle la maschera esfoliante con granuli esfolianti di bambù e melograno aiuta a togliere le cellule morte con delicatezza ma in profondità.

Latte corpo per idratare

Ha un effetto nutriente e lenitivo, per idratare la pelle dopo l’inverno o dopo l’esposizione al sole. Un trattamento intenso che dona freschezza ed elasticità.

Siero idratante per il viso

Siamo composti per l’80% di acqua, ma a causa del freddo, dell’inquinamento e del sole, le cellule della pelle perdono gran parte della loro acqua. Il siero idratante con i suoi principi attivi rinforza la barriera cutanea e le ridona elasticità e compattezza.

Balsamo protezione solare, protezione 20

Protegge da filtro UVA, UVB e UVX, diventa un vero e proprio schermo contro tutti quei raggi che l’atmosfera  non riesce a filtrare e sono i responsabili dell’insorgenza dei tumori della pelle. Ringana è l’unica azienda con il marchio registrato. Inoltre il filtro 20 di Ringana protegge del 95%  permettendo al nostro corpo di sintetizzare la vitamina D, fondamentale per le nostre ossa. Pensa che una crema solare totale protegge dal 98% senza sintetizzare la vitamina D.
Inoltre fai una prova immergendo le mani in due bacinelle d’acqua con la crema di Ringana spalmata in una mano e nell’altra un solare diverso, vedrai che quella con Ringana l’acqua rimane limpida e nell’altra, invece, è torbida, quindi non ci sarà dispersione di crema nei mari, grande problema sempre più attuale.

Attivatore di melanina

Un trattamento doposole che esalta la tua abbronzatura con speciali principi attivi naturali e lenisce le scottature dopo una prolungata esposizione grazie ad estratti di aloe vera, radice di liquirizia e iperico.

E per proteggere la nostra pelle da dentro? Ci sono le Caps. Ma vorrei parlarne direttamente con te, per darti un consiglio mirato alle tue necessità. Ti va di contattarmi? Ci confronteremo e potrai provare dal vivo i prodotti Ringana, ovviamente senza impegno. possono essere un favoloso regalo per un’amica che sta per festeggiare il suo compleanno o sta per partire in viaggio di nozze, cosa ne pensi?

Chiamami!

alleviare i sintomi mestruali

Come alleviare i malesseri delle mestruazioni e della menopausa

Mestruazioni-dolorose-rimediDa ragazzine aspettiamo con ansia quel giorno, il giorno delle nostre prime mestruazioni, perché vogliamo sentirci grandi ed è l’inizio del nostro essere Donna.

Un turbinio di sentimenti, emozioni, sbalzi ormonali ci invadono e facciamo fatica a controllarci…rispondiamo in malo modo, ci innervosisce tutto, alla fine della giornata siamo stanche e speriamo che quei 5 giorni fatidici passino per ritornare alla vita di sempre.

Eppure arriverà, dicono, il giorno in cui tutto diventerà più regolare e gli sbalzi ormonali si faranno meno intensi. Dicono…

Ma come puoi sopravvivere alle mestruazioni?

Aiutandoti con l’alimentazione. Una settimana prima che arrivi il ciclo cerca di mangiare frutta secca, specialmente mandorle, anacardi e noci, perché sono ricchi di magnesio e riducono il mal di testa e la stanchezza. Inoltre non devono mai mancare i semi oleosi. Girasole, zucca e semi di lino ad esempio. I semi di lino sono fantastici. Sono chiamati anche “semi della salute” perché sono ricchi di omega3, migliorano le funzioni digestive, aiutano la regolarità intestinale e contengono sali minerali preziosi, come manganese, fosforo, rame e magnesio, oltre che proteine e vitamine del gruppo B.

Hai mai pensato all’osteopata? Io ci sono andata per altri motivi, avevo sempre mal di testa e cervicali, e durante le sessioni di trattamento, l’osteopata mi disse che avevo un’ovaia posizionata più in alto rispetto all’altra ed era questa asimmetria che mi portava dolori prima delle mestruazioni e dopo. Sono riuscita a risolvere questi dolori dopo i trattamenti e ora non mi accorgo neppure del ciclo che arriva. Potrebbe essere la soluzione anche per te.

I giorni prima del ciclo sei in preda a sbalzi d’umore? Per alleviare i sintomi della sindrome premestruale puoi assumere la radice di yam e la radice di Shatavari.

La prima ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche. Eviterai così di assumere inutili medicinali che ti fanno passare il dolore, ma che a lungo andare danneggiano altri organi. Inoltre la radice di yam è ricca di vitamine e sali minerali, fonte di potassio, vitamina B6 e vitamina C e aiuta anche il nostro organismo a liberarsi delle tossine del sangue attraverso pelle, reni e intestino.

La radice di Shatavari, chiamata anche ‘tonico supremo della donna’ (in sanscrito significa ‘colei che possiede cento mariti’ per le sue proprietà afrodisiache) è una pianta tipica dell’India, ma si può trovare anche in Africa, Australia e Cina.

Rimette in sesto il sistema ormonale ottimizzando la fertilità e aumentando la produzione del latte materno. Inoltre è nota anche per eliminare i batteri della candida e per prevenire la sindrome dell’ovaio policistico. Queste due radici sono fondamentali anche per la pensione delle nostre ovaie, perché aiutano a mantenere in equilibrio gli ormoni.

Come possiamo affrontare la menopausa con serenità? 5 importanti alimentialleviare i sintomi mestruali

Dopo anni di piena fertilità si passa alla seconda fase dell’essere Donna…la famigerata menopausa. Cosa sarà mai di così mostruoso? Il periodo premenopausa spaventa perché vampate di calore e sudorazioni notturne non ci fanno stare bene e non riusciamo ad avere il controllo del nostro corpo, diventiamo isteriche, abbiamo voglia di cambiare, qualsiasi cosa, basta cambiare.

1) Assumiamo l’alga lithothamnium calcareum che previene l’osteoporosi e arresta la decalcificazione ossea, oltre ad essere un antiacido nell’ambiente gastrico.

2) Aggiungiamo il resveratrolo, il noto antiossidante contenuto nell’uva rossa o nei frutti rossi di bosco che, grazie ai polifenoli contenuti in esso, interviene sull’invecchiamento precoce contrastando la degenerazione cellulare, aiutando a ridonare alla pelle tono e lucidità e ci sentiamo subito giovani!

3) L’estratto di luppolo è ottimo per combattere l’insonnia, il mal di testa e molte forme di gastrite e riflussi gastrici di origine nervosa, contribuendo a lenire i disturbi legati alla menopausa e aiutando la rigenerazione della pelle e dei capelli. Pensa che la sua azione sedativa aiuta ad attenuare possibili stati d’ansia, stress o agitazione nervosa. Alcuni studi hanno infine indicato il luppolo come possibile soluzione antitumorale, grazie all’azione data da flavonoidi e fitoestrogeni. L’azione benefica del luppolo secondo alcune ricerche bersaglia la crescita delle cellule tumorali, la proliferazione di forme maligne di tumori al colon, al seno e alle ovaia.

4) I funghi champignon sono ricchissimi di minerali, come magnesio, fosforo, potassio, ferro, calcio, rame, zinco, sodio, manganese e selenio, di vitamine B, in particolare la B12 oltre alla B1,B2,B3,B5,B6 e vitamina D e vitamina E.  L’assunzione di questi funghi è molto importante per proteggere l’organismo dal tumore al seno e per proteggere le nostre ossa perché grazie alla vitamina D favorisce la fissazione del calcio prevenendo l’osteoporosi.

5) I broccoli oltre ad essere un ortaggio ricco di Sali minerali, vitamina C, B1 e B2, contengono il sulforafano, che ha un’azione protettiva contro i tumori al seno e per combattere l’Helicobacter pylori. Anche i broccoli, come i funghi champignon, sono molto indicati come fonte di calcio per migliorare la salute delle ossa danneggiate dalla diminuzione di estrogeni a causa della menopausa.

Per ultimo non farti mancare del sano e regolare sport. Basterebbero 4 km di camminata veloce al giorno da abbinare allo yoga kundalini da praticare una volta alla settimana. Vedrai quanto ti sentirai mentalmente e fisicamente libera per affrontare gli impegni della giornata.

Tutti questi ingredienti li possiamo racchiudere in un solo prodotto, le Caps Fem…una gioia assicurata per la tua femminilità che inizierà a fiorire di nuovo. Una nuova primavera sboccerà dentro di te e starai subito bene!

Come fare network marketing in modo efficace

5 domande e 7 trucchi per guadagnare nel Network Marketing

Ricordi quando abbiamo parlato del network marketing di Ringana? Bene. Stai valutando questa prospettiva? Ti sei già iscritto al prossimo Fresh-up 12/04 Verona ?

Intanto voglio darti qualche dritta se questa opportunità ti solletica, dritte che potrai applicare non solo per entrare come partner in Ringana, ma anche in qualsiasi altra azienda.

5 domande che devi farti quando valuti un network marketing

  1. Da quanto tempo l’azienda è attiva? Prenditi tutto il tuo tempo, conosci l’azienda, informati su internet, parlane con i tuoi amici, informati, informati, informati. Il web è uno strumento meraviglioso in questo senso. Recensioni, pagine Social, siti internet, forum, notizie. Tu hai tutte le armi per conoscere a fondo la realtà di cui ti piacerebbe fare parte.
  2. Chi c’è dietro l’azienda? Chi sono i manager? Il suo network marketing com’è valutato in rete e da chi ci è passato o ci lavora da tempo? Per quanto tempo, in media, rimangono attivi i partner di vendita? Dopo esserti informato sull’azienda, informati sull’ambiente lavorativo.
  3. Quale formazione viene offerta all’inizio e durante il percorso lavorativo? È importante che tu sia sicuro di avere alle tue spalle un team o un mentor che ti supportino e ti diano la giusta formazione, soprattutto nei primi mesi.
  4. L’azienda offre buoni strumenti di supporto? Supporto online, cataloghi, offerte, forum… Dovrai collegare il tuo sito personale a quello dell’azienda, per acquisire crediti dagli acquisti effettuati dai tuoi clienti? Che tipo di tracciamento utilizzano per la corretta attribuzione di questi acquisti? Inoltre, qual è la garanzia offerta sul prodotto? Dovrai aspettarti clienti sulla tua soglia di casa nel momento in cui avranno un problema con il prodotto che gli hai venduto? O è l’azienda che segue sia te che il supporto postvendita? Come funziona il piano di remunerazione? Non avere paura di fare queste domande, mai!
  5. Ma soprattutto tu credi in ciò che vendi?

7 consigli strategici per iniziare a vendere davvero

Cosmesi fresca bio a Verona

Tranquillo, non ho trucchi segretissimi e infallibili. Solo buonsenso, un po’ di marketing e tanta voglia di lavorare bene. Ecco i miei personalissimi consigli.

  1. Definisci il tuo target. Chi ha bisogno del tuo prodotto? Donne, uomini, mamme e di che età? Ogni prodotto ha una sua nicchia di mercato? Scopri qual è, a chi interessa di più e gestisci la presentazione dei tuoi prodotti partendo da qui. Un po’ marketing, un po’ psicologia. Fare 4 chiacchiere prima di iniziare a presentare il tuo prodotto ti permette di capire chi hai davanti e quali sono le sue esigenze.
  2. Definisci la cosiddetta ‘reason why’. Perché questa persona dovrebbe avere bisogno del tuo prodotto e non di quello della concorrenza? La risposta a questa domanda deve esserti ben chiara in mente perché sarà la tua principale arma di vendita.
  3. Definisci il tuo obiettivo. Qual è il tuo obiettivo a lungo termine? Vuoi integrare il tuo stipendio oppure vuoi arrivare a guadagnare un buon stipendio lavorando 6 ore al giorno? Questa motivazione ti spingerà a cercare le giuste soluzioni.
  4. Parti dai tuoi interessi. Sei interessato all’alimentazione e meno alle creme? Perfetto. Allora puoi specializzarti su caps, packs e integratori per lo sport. Verticalizzare la tua offerta ottimizzerà i tuoi risultati. Avrai meno contatti di chi si occupa di tutti i prodotti della gamma ma sarai molto più specializzato e conoscerai molto bene l’argomento, perché lo ami. Il tuo entusiasmo farà la differenza e avrai una maggiore percentuale di vendite. Questa è una legge di mercato, ma anche piuttosto logica se ci pensi bene.
  5. Non limitarti alla zona di comfort. Lo sappiamo bene, si inizia sempre a vendere a parenti e amici perché si fidano di noi e sono più propensi all’acquisto e questo aumenta la nostra autostima nei primi momenti. Ma quello è un portafoglio clienti piuttosto esiguo e prima o poi ti dovrai lanciare nella mischia. Prima lo fai meglio è. Non aspettare troppo o al primo calo di vendite inizierai a preoccuparti e la preoccupazione è un’arma letale.
  6. Studia, studia, studia. Trova il tempo di informarti, di tenerti aggiornato. È vero che hai bisogno di fatturare, ma la gattina frettolosa fece i gattini ciechi. Approfondisci ciò che non sai ancora perfettamente sul prodotto, frequenta i corsi di formazione aziendali e non, studia il tuo target, trova nuovi modi per cercare nuovi clienti, affina una tua personale strategia di vendita e di reclutamento di nuovi partner, valuta l’opportunità di aprire un tuo sito internet o una pagina social e studia (ancora!) come si utilizzano e come puoi sfruttare al meglio questi strumenti. Valuta anche di investire parte del tuo guadagno, soprattutto all’inizio, in formazione e consulenza. Di studiare non si finisce mai e chi ti ha fatto credere il contrario alla fine della scuola ti ha raccontato una gran balla!
  7. Non isolarti! Resta in contatto con mentor, partners e colleghi, confrontatevi, aiutatevi, formate un gruppo di sostegno, nel rispetto del lavoro di tutti. Si pensa che il mondo della vendita sia fatto di sciacalli che si rubano i clienti a vicenda. Beh, non è sempre così. L’obiettivo di Ringana è quello di formare team coesi e corretti in cui tutti siamo una risorsa per i nostri colleghi.

Fa paura? Forse un po’. All’inizio. È faticoso? Forse un po’, come tutte le cose nuove. Ma una volta che hai trovato il tuo ritmo, la tua strategia, quando hai stabilito il tuo obiettivo e sei deciso a raggiungerlo, quando credi in ciò che fai le cose si fanno più facili e meno faticose. Giuro! Io lo faccio da tre anni e non cambierei per nulla al mondo.

Cause e rimedi per la caduta dei capelli

Ogni anno ad inizio primavera si presenta sempre lo stesso problema, ci passiamo la mano nei capelli e rimangono tra le dita ciocche copiose del nostro prezioso pass-partout: i nostri capelli! All’improvviso ci sentiamo spente, cupe e non vogliamo più uscire! Pensiamo che andando a farsi a fare una piega dalla parrucchiera possa risolvere un po’ lo stato di salute dei nostri capelli, ma è solo un palliativo perché il nostro organismo ci sta dando segnali comunicando che alcuni organi sono sofferenti e hanno bisogno di aiuto.

Caduta di capelli e cambio di stagione. Hai mai pensato alla milza?

A cosa serve? È il nostro primo filtro, il primo antivirus del nostro organismo che purifica il sangue. Se la milza non funziona iniziano i problemi di salute, le patologie autoimmuni.

Il sangue attraversa la milza e i linfociti purificano il sangue uccidendo attraverso gli amici macrofagi i virus e batteri che incontriamo negli alimenti, nei luoghi in cui viviamo.

È importante rinforzare la milza perché è l’organo che accompagna le fasi del cambiamento, qualsiasi! È responsabile dello scambio di fluidi, è un regolatore del muco, l’equilibrio salivare deve essere migliorato dal benessere della milza che dà anche stabilità ai tessuti connettivi.

Un esempio di fase di cambiamento? Una ragazza alla quale inizia il ciclo di essere Donna con le prime mestruazioni vive un cambiamento ed è necessario equilibrare la milza perché crea ordine nel sistema immunitario. Inoltre la milza sana è una ricchissima fonte di energia per la concentrazione, vigilanza e la miglior organizzazione della nostra vita, del nostro lavoro.

Lo stesso vale per i nostri capelli, sono in una fase di cambiamento e hanno bisogno di avere una nuova energia depurando la milza assumendo calcio, zinco, vitamina B5, B1,acido pantotenico, acido folico che danno equilibrio e mantiene il calore del nostro organismo senza creare sbalzi dannosi per il buon funzionamento di tutti i nostri organi.

come contrastare la caduta dei capelli in primavera

Quali alimenti sono ricchi di zinco?

Frutta e verdura fresca di stagione non deve mai mancare sulla nostra tavola, importantissimo i semi di zucca, i fagioli bianchi, i fiocchi d’avena, l’orzo (importante per noi donne per la quantità di estrogeni) e riso integrale, ceci e le foglie di ortica.

Un favoloso frutto che contrasta la caduta dei capelli perché stabilizza il sistema immunitario è l’estratto di mirtillo rosso, cranberry. È un superfood rosso ricco di vitamina C, vitamina E, flavonoidi, polifenoli, fibre e sali minerali quali ferro, calcio e manganese.

Un ultimo elemento che aiuta ad avere capelli forti e lucidi sono gli antiossidanti naturali come la L-carnosina e l’acido ialuronico perché prolungano la durata della vita delle cellule e rinforzano i tessuti connettivi e i capelli con un processo che parte dall’interno.

Esiste un prodotto che contenga tutti questi ingredienti naturali che con la loro sinergia contrastano la caduta dei capelli? Sì, nelle Caps Beauty&hair, una cura di tre mesi e avrai un capello più forte, più lucido e anche la tua pelle ti ringrazierà perché sarà più luminosa ed elastica!

caduta capelli in primavera

depurare-intestino

Come disintossicare l’intestino in primavera?

E’ il 3 marzo, tra 18 giorni è già primavera e la natura sta iniziando ad offrirci i primi assaggi della stagione del risveglio, una nuova forza e una nuova energia che viene sprigionata dalla freschezza dei nuovi germogli e dalla nostra vitalità.