5 domande e 7 trucchi per guadagnare nel Network Marketing

Come fare network marketing in modo efficace

5 domande e 7 trucchi per guadagnare nel Network Marketing

Ricordi quando abbiamo parlato del network marketing di Ringana? Bene. Stai valutando questa prospettiva? Ti sei già iscritto al prossimo Fresh-up 12/04 Verona ?

Intanto voglio darti qualche dritta se questa opportunità ti solletica, dritte che potrai applicare non solo per entrare come partner in Ringana, ma anche in qualsiasi altra azienda.

5 domande che devi farti quando valuti un network marketing

  1. Da quanto tempo l’azienda è attiva? Prenditi tutto il tuo tempo, conosci l’azienda, informati su internet, parlane con i tuoi amici, informati, informati, informati. Il web è uno strumento meraviglioso in questo senso. Recensioni, pagine Social, siti internet, forum, notizie. Tu hai tutte le armi per conoscere a fondo la realtà di cui ti piacerebbe fare parte.
  2. Chi c’è dietro l’azienda? Chi sono i manager? Il suo network marketing com’è valutato in rete e da chi ci è passato o ci lavora da tempo? Per quanto tempo, in media, rimangono attivi i partner di vendita? Dopo esserti informato sull’azienda, informati sull’ambiente lavorativo.
  3. Quale formazione viene offerta all’inizio e durante il percorso lavorativo? È importante che tu sia sicuro di avere alle tue spalle un team o un mentor che ti supportino e ti diano la giusta formazione, soprattutto nei primi mesi.
  4. L’azienda offre buoni strumenti di supporto? Supporto online, cataloghi, offerte, forum… Dovrai collegare il tuo sito personale a quello dell’azienda, per acquisire crediti dagli acquisti effettuati dai tuoi clienti? Che tipo di tracciamento utilizzano per la corretta attribuzione di questi acquisti? Inoltre, qual è la garanzia offerta sul prodotto? Dovrai aspettarti clienti sulla tua soglia di casa nel momento in cui avranno un problema con il prodotto che gli hai venduto? O è l’azienda che segue sia te che il supporto postvendita? Come funziona il piano di remunerazione? Non avere paura di fare queste domande, mai!
  5. Ma soprattutto tu credi in ciò che vendi?

7 consigli strategici per iniziare a vendere davvero

Cosmesi fresca bio a Verona

Tranquillo, non ho trucchi segretissimi e infallibili. Solo buonsenso, un po’ di marketing e tanta voglia di lavorare bene. Ecco i miei personalissimi consigli.

  1. Definisci il tuo target. Chi ha bisogno del tuo prodotto? Donne, uomini, mamme e di che età? Ogni prodotto ha una sua nicchia di mercato? Scopri qual è, a chi interessa di più e gestisci la presentazione dei tuoi prodotti partendo da qui. Un po’ marketing, un po’ psicologia. Fare 4 chiacchiere prima di iniziare a presentare il tuo prodotto ti permette di capire chi hai davanti e quali sono le sue esigenze.
  2. Definisci la cosiddetta ‘reason why’. Perché questa persona dovrebbe avere bisogno del tuo prodotto e non di quello della concorrenza? La risposta a questa domanda deve esserti ben chiara in mente perché sarà la tua principale arma di vendita.
  3. Definisci il tuo obiettivo. Qual è il tuo obiettivo a lungo termine? Vuoi integrare il tuo stipendio oppure vuoi arrivare a guadagnare un buon stipendio lavorando 6 ore al giorno? Questa motivazione ti spingerà a cercare le giuste soluzioni.
  4. Parti dai tuoi interessi. Sei interessato all’alimentazione e meno alle creme? Perfetto. Allora puoi specializzarti su caps, packs e integratori per lo sport. Verticalizzare la tua offerta ottimizzerà i tuoi risultati. Avrai meno contatti di chi si occupa di tutti i prodotti della gamma ma sarai molto più specializzato e conoscerai molto bene l’argomento, perché lo ami. Il tuo entusiasmo farà la differenza e avrai una maggiore percentuale di vendite. Questa è una legge di mercato, ma anche piuttosto logica se ci pensi bene.
  5. Non limitarti alla zona di comfort. Lo sappiamo bene, si inizia sempre a vendere a parenti e amici perché si fidano di noi e sono più propensi all’acquisto e questo aumenta la nostra autostima nei primi momenti. Ma quello è un portafoglio clienti piuttosto esiguo e prima o poi ti dovrai lanciare nella mischia. Prima lo fai meglio è. Non aspettare troppo o al primo calo di vendite inizierai a preoccuparti e la preoccupazione è un’arma letale.
  6. Studia, studia, studia. Trova il tempo di informarti, di tenerti aggiornato. È vero che hai bisogno di fatturare, ma la gattina frettolosa fece i gattini ciechi. Approfondisci ciò che non sai ancora perfettamente sul prodotto, frequenta i corsi di formazione aziendali e non, studia il tuo target, trova nuovi modi per cercare nuovi clienti, affina una tua personale strategia di vendita e di reclutamento di nuovi partner, valuta l’opportunità di aprire un tuo sito internet o una pagina social e studia (ancora!) come si utilizzano e come puoi sfruttare al meglio questi strumenti. Valuta anche di investire parte del tuo guadagno, soprattutto all’inizio, in formazione e consulenza. Di studiare non si finisce mai e chi ti ha fatto credere il contrario alla fine della scuola ti ha raccontato una gran balla!
  7. Non isolarti! Resta in contatto con mentor, partners e colleghi, confrontatevi, aiutatevi, formate un gruppo di sostegno, nel rispetto del lavoro di tutti. Si pensa che il mondo della vendita sia fatto di sciacalli che si rubano i clienti a vicenda. Beh, non è sempre così. L’obiettivo di Ringana è quello di formare team coesi e corretti in cui tutti siamo una risorsa per i nostri colleghi.

Fa paura? Forse un po’. All’inizio. È faticoso? Forse un po’, come tutte le cose nuove. Ma una volta che hai trovato il tuo ritmo, la tua strategia, quando hai stabilito il tuo obiettivo e sei deciso a raggiungerlo, quando credi in ciò che fai le cose si fanno più facili e meno faticose. Giuro! Io lo faccio da tre anni e non cambierei per nulla al mondo.

Cristina Furlani

1 commento fino ad ora

AlessandraInserito il  4:01 pm - Mag 12, 2017

Bellissimo articolo! Molto utile come linea guida per le persone che iniziano questo lavoro

Lascia un commento