Network Marketing

Il Network Marketing visto da mia figlia

Mi capita spesso di lavorare e avere vicino mia figlia che gioca, immersa nella lettura o come l’ultima volta, a scrivere su un block notes. Io, ignara dei contenuti che prendevano colore sul foglio bianco, continuai la mia telefonata di lavoro.

Mi girai verso Greta e lei con un sorriso sornione, mi guardò e mi disse che aveva scritto i punti fondamentali per il mio lavoro da networker. Non avevo idea di essere così osservata e studiata da mia figlia perchè i bambini sembrano spesso nel loro mondo mentre noi genitori facciamo altro.

Con mio grande entusiasmo lessi le sue frasi articolate in punti e decisi di fare un articolo. Appena riferì a Greta che volevo scrivere un articolo, i suoi occhi iniziarono a brillare, un’energia contagiosa e luminosa.

Eccoti, Greta il tuo capolavoro.

6 cose da sapere per essere un networker professionista

  1. Per far decollare il proprio Business si devono avere molti partners nel team. Quindi importante lavorare con i social, avere un profilo su Facebook e Instagram. In questo modo le persone vedono chi sei, cosa fai, la tua pagina, il tuo sito e ti contattano.
  2. Quando il contatto è diventato un tuo cliente e poi un partner, si spiega come funziona il lavoro. La persona, la mia mamma, che ti ha invitato nel team, ti darà tutti gli strumenti per iniziare a lavorare. Si spiegano anche i prodotti (fantastici, ho tante esperienze da raccontare!) con le schede che la mamma invierà via mail.
  3. Ci sono offerte ogni tot di tempo (non ricordo esattamente ogni quanti giorni, vedo sempre mamma che crea post da mettere sui social e li inoltra anche su whatsapp). Si avviseranno i clienti e i partners perchè ti ordineranno i prodotti. Bellissimo lo shop online con i carrelli!
  4. Se non hai molti partners e non hai molto successo, ti consiglio di seguire un corso sul Network Marketing. La mia mamma studia spesso fino a tardi. Vedrai che in due mesi arriverai all’obiettivo prefissato al primo step. Importantissimo: Se desideri tanto un obiettivo, lo devi sognare, metterlo sulla visionboard e vedrai che ce la farai.
  5. Mia mamma dice sempre: ‘AZIONE, AZIONE, AZIONE’. Hai da stare molto al computer, fare telefonate e video chiamate. Per questo ti consiglio le Caps Protect perchè ti proteggono dalle luci blu, le onde elettromagnetiche che emettono i cellulari, computer e wi-fi.
  6. Adesso che sai tutto su Ringana e il Network Marketing, inizia la tua carriera e non mollare mai! TU PUOI FARCELA!

Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni – Eleanor Roosevelt –

Gestire il tempo per vivere bene

Sento dire spesso che la gestione del tempo è innata, quindi ce l’hai o non ce l’hai. E chi non ce l’ha come può fare lo switch e imparare a gestire il tempo per sè, la famiglia e il lavoro?

La maggior parte delle persone è sempre più stanca, stressata, si lamenta perchè non ha tempo di fare attività sportiva, una chiamata, pulire a fondo la casa, etc… E si sveglia al mattino, dopo le 8 ore di sonno, ancora più provata e senza energia come se non avesse riposato.

Organizzazione della giornata

Il mattino ha l’oro in bocca, questo è sempre stato il mio motto e devo dire che la mia energia è sempre al top appena mi sveglio. Anche se non è sempre stato così. Ho costruito il mio risveglio perchè fosse così positivo, reattivo ed energico.

Ogni sera accanto al letto c’è un quaderno in cui scrivo tre cose belle successe durante la giornata trascorsa. Prima di addormentarmi bevo la mia super tisana calmante e rilassante a base di amarena che contiene la melatonina naturale, regolatrice del ciclo sonno-sveglia, la radice di Whitania, fiore della passione e melissa officinalis per garantire al corpo la giusta pausa di cui ha bisogno, fiori di tiglio selvatico, fiori di luppolo per ritrovare la calma e aiutare a staccare la spina dalla quotidianità.

Calcolo di dormire cicli da un’ora e mezza per un totale di 4 o 5 perchè è stato provato, e molti sportivi professionisti adottano questo metodo, che il sonno ha 4 fasi: addormentamento, sonno leggero, sonno profondo e fase rem. Quindi se spengo la luce a mezzanotte, mi risveglierò alle ore 6 per un totale di 4 cicli o alle ore 7.30 per un totale di 5 cicli. In media un uomo ha bisogno di 6/7 cicli, alcune persone invece molto meno.

Mi sveglio quindi riposata e felice. E la mia prima azione è quella di fare una meditazione di mezz’ora seguita a giorni alterni da esercizi posturali. Prendo la mia agenda, appunto le cose da fare e procedo con la mia colazione.

Fermarsi per ascoltarsi

In questo mese di riposo forzato non ho cambiato le abitudini. Faccio le stesse identiche cose e ho ancora più tempo per me e per la mia famiglia.

Scrivo ovviamente quello che ho da fare, quantificando le ore per il lavoro, per la cucina, spesa e lavori domestici. E sai una cosa? Scrivendo nero su bianco, avendo quindi una scaletta ben precisa, non vado in stress perchè eseguo le cose prefissate. E naturalmente la domenica super relax!

Sono sempre stata una persona metodica, organizzata che, con la nascita di mia figlia 11 anni fa, sono andata completamente in tilt. Desideravo tantissimo avere un figlio, ma la mia testa non ha avuto il tempo di prepararsi per gestire il mio tempo. Infatti ero scontenta di come procedeva la mia vita, mi trovavo con la casa in disordine, non mi andava più bene il lavoro che facevo e ho trovato l’alternativa in un lavoro meritocratico che ribaltava completamente gli schemi del mondo del lavoro classico. E ora mi ritrovo ad essere una persona equilibrata con la propria famiglia, entusiasta del lavoro che faccio e vivo ogni giorno nel qui e nell’ora.

Questo momento particolare mi ha dato ancora più forza per rallentare ulteriormente, rimanere in ascolto, raccogliere idee e avventurarmi nella mia grande passione, il mio lavoro. Auguro a tutti voi che state leggendo di trovare la via maestra che conduce alla felicità. E se non la doveste trovare? Vuol dire che è arrivato il momento di fare il cambiamento, il grande passo.

Non pretendiamo che le cose cambino se continuiamo a fare nello stesso modo – Albert Einstein –

Il lavoro agile: Smart Working o Network Marketing?

Lo smart working è una modalità di lavoro in cui al dipendente viene concessa ampia autonomia e libertà di manovra e il fine ultimo resta il risultato che l’azienda si è prefissa. E’ in sostanza un tele-lavoro, ossia la persona può svolgerlo anche da postazioni lontane, come ad esempio da casa.

Smart Working e Network Marketing

In questo ambito rientra anche il Network Marketing, essere imprenditori senza alcun investimento iniziale. Non si devono acquistare i prodotti per poi venderli. Questa tipologia di lavoro la definirei non agile bensì intelligente e presenta analogie e differenze rispetto allo smart working.

Nello smart working esiste la figura di un datore di lavoro al quale sottostare, nel NM quella figura siamo noi stessi, capi di noi stessi. Nel NM valutiamo da soli gli obiettivi da raggiungere, a differenza dello smart working dove sono invece imposti dall’azienda.

Il NM è un lavoro indipendente e libero… sì, hai capito bene, LIBERTA’. Inoltre non ci sono limiti di guadagno. All’inizio si può decidere se svolgerlo part-time o full-time. Sappiamo tutti quanto sia indispensabile una seconda fonte di guadagno, poi se si aggiunge passione e capacità lavorative diventa il lavoro perfetto.

Altri vantaggi del NM

Il top dei valori che caratterizza questo lavoro intelligente è che non esiste nessun favoritismo, la spintarella per guadagnare di più non c’è. Esiste solo la meritocrazia, tutto ciò che si crea è frutto delle proprie stesse mani. Non è una passeggiata, richiede concentrazione, sete di imparare sempre, formazione e tanta creatività.

Inoltre non esiste limite di età, ogni persona maggiorenne può iniziare a lavorare con pari opportunità e senza discriminazioni. Non è fantastico?

Inoltre con organizzazione, pianificazione e un focus di obiettivi ben precisi si può arrivare lontano, molto lontano verso risultati che fino a qualche anno fa ci si poteva sognare.

Il Network dà la possibilità di creare la propria rete di clienti e partners e abbinato al Marketing rende possibile il trasferimento dei prodotti direttamente dal produttore al consumatore.

E, cosa non meno importante, è che si crea una sinergia con colleghi straordinari e clienti favolosi. Ci si aiuta, ci si sostiene e non si è mai soli.

A breve tutti i lavori saranno smart working, ma sei sicuro di voler rimanere sempre un dipendente e non avere un aumento di stipendio? A te la scelta.

Nel mezzo delle difficoltà nascono le opportunità. Albert Einstein

1