Archivi Tag: Ringana

lineabio360-ciclo-mestruale

Amenorrea primaverile: quando il ciclo salta senza un perchè

Febbraio, vi rendete conto? Ancora un mese e praticamente è primavera, le giornate si sono già allungate, il sole, quando c’è, è tiepido. Voi lo sentite quel ‘friccicore’? Quell’insofferenza alla monotonia, quella voglia di uscire, di farsi baciare dal sole, quella sensazione di non poter star ferme? Ecco, è il nostro corpo che si risveglia, a modo suo, dal letargo invernale.

amenorrea-lineabio360Amenorrea e irregolarità mestruali: quando non siamo in armonia con noi stesse

E con il cambio di stagione… a volte il nostro corpo non ci sta. Noi donne, così legate ai cicli naturali e alla terra, ma sempre più mentali, finiamo col trovarci a fare i conti con un ritmo naturale che non ci appartiene. E così il ciclo salta.

E ci viene un colpo. Perché un figlio in questo momento no, non è previsto. Oppure sì, e ci speriamo. E salta un mese, e salta un altro, e il test è sempre negativo. Che succede?

L’amenorrea è una condizione per la quale le mestruazioni non si presentano. Ci sono periodi della vita di una donna in cui questo è fisiologico (prepubertà, menopausa, gravidanza, allattamento in molti casi), altri in cui è il segnale di un’alterazione. A volte l’amenorrea è un sintomo da indagare con il proprio ginecologo, soprattutto se si protrae per più di 2 o 3 mesi, altre volte si tratta di una condizione passeggera dovuta a sbalzi ormonali, cambi di stagione, stress.

Lo stress, il nervosismo e la stanchezza, presenti anche con l’arrivo della primavera per il fisiologico adattamento del corpo a nuovi ritmi e più luce, sono una delle principali cause di amenorrea e irregolarità mestruale. Infatti il sistema ormonale e immunitario sono strettamente correlati e si influenzano vicendevolmente, agendo direttamente sulla produzione ovarica e quindi sul ciclo mestruale.

ciclo-irregolare-lineabio360Come regolarizzare il ciclo quando la causa è il cambio di stagione

Per prima cosa assicurati che la causa dell’irregolarità o dell’assenza di mestruazioni sia davvero da imputare al cambio di stagione. Io mi conosco ormai bene, ma il mio consiglio è quello di rivolgersi sempre in prima battuta al proprio ginecologo, che con una semplice visita e un’ecografia ti toglierà ogni dubbio e ti darà qualche ottimo consiglio.

Te ne sei accertata? Bene. Come puoi immaginare fare una vita il più possibile regolare, seguendo un’alimentazione equilibrata e ricca di frutta e verdura di stagione, riposando quando il corpo lo richiede e facendo attività sportiva moderata almeno 3 volte a settimana, ti permette di tenere sotto controllo lo stress. Quasi sempre.

Vogliamo parlare della ciclicità femminile in un’accezione un po’ più ampia? Possiamo solo accennarne, visto che ne hanno scritto centinaia di libri. Noi donne siamo ancora profondamente legate alla terra e ai suoi ritmi. Solo abbiamo smesso di ascoltare. Siamo state risucchiate in un vortice di cose da fare, ci siamo sobbarcate di impegni, e per noi non c’è più tempo. Non abbiamo più tempo di ascoltarci nelle nostre fragilità, nei segnali del nostro corpo, in quelli della nostra psiche che invece quei ritmi li sente eccome.

ciclo-irritabili-lineabio360Sì, siamo irritabili prima del ciclo. Sì, mangiamo dolci e carboidrati come se stesse per arrivare la carestia (a me succede sempre). È il nostro corpo che lo richiede, perché il corpo è saggio, è materiale, sa da solo cosa ci serve. Ma noi con la testa siamo altrove. Che altro può fare il corpo se non urlare ancora più forte e interrompere la sua ciclicità?

Yoga, meditazione, ballo, semplice silenzio senza far nulla sono ottimi riequilibratori ormonali. Onorare e celebrare con semplicità i nostri cicli (e i nostri sacrosanti sbalzi d’umore), riconoscerli, assecondarli senza paura può fare la differenza.

E se non basta? Dai lo sai che io ho una soluzione ad hoc, no? Gli antiossidanti sono sostanze perfette per ritrovare l’equilibrio ormonale e la tua femminilità. Ricordi che ne abbiamo parlato a proposito della menopausa? Quindi cosa ti dà Ringana per la tua salute femminile?

Caps-Fem-lineabio360– Radice di Shatavari e Yam per contrastare i radicali liberi
– Fitoestrogeni del luppolo per un’azione riequilibrante sulla ciclicità ormonale
– Alga rossa mineralizzata per fornire al corpo il giusto apporto di calcio in modo naturale
Il tutto in un unico prodotto, le Caps Fem .

Pack-energy-lineabio360E quando è la stanchezza a far saltare tutto serve una sferzata di energia. Il Pack Energy  contiene radice di Maca (significativo che per ripristinare i nostri ritmi naturali ricorriamo proprio alle radici che crescono dentro la terra…), un tonico potentissimo, e sostanze minerali e vegetali come l’acqua di cocco per la reidratazione e l’estratto di bacche di sambuco nero dall’effetto antiossidante. Un vero toccasana per questo faticoso periodo dell’anno.

Vuoi saperne di più? Vuoi un consiglio per una problematica più specifica? Chiamami oppure passa a trovarmi nel mio negozio “Fiore della Vita” in via Sottoriva 52 a Verona. Tra una tisana e un olio essenziale possiamo conoscerci e potrai provare tu stessa i prodotti Ringana (e molto altro…). Cosa ne dici?

lineabio360-lavoro

Smart working: Ringana ha iniziato 21 anni fa!

Ho iniziato a lavorare con Ringana perchè la mia passione e la mia curiosità per la natura e l’ecosostenibilità mi ha portato a conoscere un’azienda nuova, innovativa che opera nel rispetto dell’uomo, degli animali e dell’ambiente. All’inizio mi sono lasciata trasportare dall’efficacia e dalla filosofia fresca di Ringana, poi ho deciso di farne una vera attività lavorativa. Ho deciso di studiare, passo le mie ore serali a leggere libri sul Network Marketing, intraprendo strategie per pianificare il mio lavoro e ho capito che con Ringana si può ricreare una carriera lavorativa e professionale basata sulla meritocrazia.

 

10 Post del Lavoro del Futuro

Il posto fisso non esiste più. Lo sapevi? – Anche i contratti a tempo indeterminato possono terminare, nel pubblico non ci sono più certezze. L’unica certezza a questo punto sei tu. E poi tu riesci a pensare di fare lo stesso lavoro per 37 anni? I contratti di lavoro si fanno sempre più precari e sempre più lavoratori e professionisti sono costretti a reinventarsi. Investire su di sè, mettersi in gioco, decidere di fare un salto nel buio è il tuo nuovo posto fisso.

lineabio360-lavoro-del-futuro-2Smart working: lavorare da casa è il futuro anche nelle aziende – Ha iniziato IBM e poi di seguito tutti i colossi delle multinazionali. Ad oggi le aziende del Nord Europa investono sullo smart working perché ne vedono ogni giorno i risultati. In Italia sempre più spesso ci si affida a consulenti esterni per lavori che prima si affidavano ai dipendenti presenti in ufficio. Lo smart working fa risparmiare le imprese sui costi di gestione e permette ai lavoratori di lavorare meglio. Il network marketing è promotore di un nuovo modo di lavorare. Tu sei pronto ad un nuovo modo di pensare il lavoro?

Licenziarsi per iniziare una nuova vita? Perché no? – Ci hai pensato… e poi cosa ti ha impedito di farlo? Il mutuo? La famiglia? La sicurezza? E se ti dicessi che è più sicuro oggi licenziarsi e cercare la propria strada? Sono in contro tendenza, lo so. Tutti dicono che, al giorno d’oggi, è meglio tenersi stretto il proprio contratto. Ma sai cosa ti dico? Non è sempre vero. Ci sono momenti nella vita in cui la decisione migliore che puoi prendere, anche per la tua famiglia, è quella di rischiare. Ci sono momenti in cui devi prendere in mano la tua vita lavorativa e smettere di arrancare per arrivare a fine mese. Ci sono momenti in cui la tua felicità, per quelle 8 ore, è ciò che di più prezioso puoi donare a te stesso.

lineabio360-lavoro-del-futuro-4Investi sulla tua formazione per garantirti il lavoro che desideri – Non esiste un lavoro in cui puoi rinunciare alla formazione. Per rimanere in pari o per migliorare, per ampliare le tue prospettive o per aprirti nuove strade, continuare a studiare e a informarti è imprescindibile. Questa è la più preziosa freccia al tuo arco. Questo è ciò che farà la differenza e sarà anche ciò che i tuoi figli impareranno da te, una delle lezioni più importanti che potrai dare loro.

Senza una buona conoscenza del mondo web resti a piedi – Davvero si può fare a meno del web oggi? No davvero. Il web non è tutto, ma è tanta roba. E muta in continuazione. Conoscerne i meccanismi, capirne le logiche è fondamentale quando decidi di dare una svolta al tuo lavoro. Lo sai che esistono persone che hanno costruito la loro nuova carriera lavorativa senza inviare neppure un curriculum? Esistono, ne conosco alcuni. Il web ha fatto la differenza. Come? In modi tanto diversi quanto sono diverse le loro attuali carriere. E se invece il web non ti interessa e non vuoi un profilo social? Se vuoi solo passare da un’azienda all’altra si può fare, certo. Ma se vuoi metterti in gioco? Lo sai che le aziende oggi, prima di fare un colloquio controllano i profili social dei canditati?

Il tuo network di conoscenze è la miglior assicurazione sul futuro – Ricordi che ti dicevo che il web è fondamentale oggi? Una buona rete di conoscenze, più o meno approfondite, possono fare la differenza tra rimanere al palo e iniziare un nuovo percorso. Lavorando tutto il giorno può risultare difficile stringere alleanze e conoscere gente nuova ogni giorno. E sui social? Sui social si passa del tempo, ma ci si informa anche. Ogni giorno di più anche Facebook, e se stai leggendo questo post lo sai anche tu, è un luogo in cui ci si fa conoscere nelle proprie conoscenze ed esperienze. È anche un luogo dove collegarsi con qualcuno che opera nel tuo settore può, potenzialmente, diventare un’opportunità lavorativa.

Il Network Marketing è davvero il male? – So cosa si dice del network marketing. Sono fregature, si guadagna solo quando si è in cima alla piramide etc. Ne ho già parlato nel mio blog (link). Ma il network marketing oggi è molto, molto diverso da quello di soli 10 anni fa. Oggi per fare davvero nm devi mettere in campo una quantità di capacità diverse e una capacità strategica non da poco. Un’analisi del mercato, una strategia di comunicazione e di marketing, un diverso approccio al cliente (sì, anche grazie al web), possono farti guadagnare davvero. A patto di lavorare duramente. Diffida, non mi stancherò mai di dirlo, da chi ti dice che puoi guadagnare facilmente scrivendo numeri (!) o solo passando del tempo su Facebook (ho letto anche questo!)

Non avere paura della partita Iva – Te ne hanno dette peste e corna sulla partita IVA, vero? Fa paura, lo ammetto. E quando non è necessaria ti direi anche io di non aprirla. Ma se i tuoi affari iniziano a girare? Se vuoi fare di te stesso la tua azienda? Affidati ad un commercialista serio, che ti sappia consigliare quando è il caso di aprirla e fate insieme un piccolo business plan. Solo conti alla mano puoi prendere una giusta decisione. E senza paura.

Usa i social con attenzione, diventa un brand – Ti consiglio un libro: Afferma la tua identità con il net branding di Riccardo Scandellari. Sui social puoi esprimere le tue opinioni, puoi condividere le cose più divertenti e anche esporti con le tue idee politiche. Ma ricordi quando ti dicevo che i tuoi probabili datori di lavoro controllano i social? Usa Facebook/Instagram/Linkedin con intelligenza, mostra le tue capacità, diventa tu stesso un brand e promuoviti attraverso il tuo lavoro, i tuoi contenuti, le tue esperienze. Fai in modo che anche il tuo profilo Facebook (non solo Linkedin) diventi una sorta di curriculum online.

lineabio360-lavoro-del-futuro-10Non accontentarti mai!  – Gli affari vanno bene, riesci a gestire il tuo tempo, sei soddisfatto di ciò che fai…Non accontentarti! Sia chiaro, se sei felice va più che bene quello che stai facendo. Lo scopo del lavoro deve essere proprio questo. Non devi neppure necessariamente puntare a diventare concorrente di Bill Gates. Ma non accettare la tua zona di comfort. Non fermarti. Resta almeno in allerta. Il mondo cambia di continuo, lo vedi bene. Ciò che va bene oggi potrebbe non andare più bene tra un mese. Formazione, informazione, entusiasmo e voglia di mettersi in gioco (che tra l’altro mantiene giovani e attivi) ti permetteranno di rimanere sempre sulla cresta dell’onda della tua vita. È questo ciò che vuoi, giusto?

Compila il form e sarai contattato per avere informazioni e iniziare la tua carriera con Ringana!

ecosostenibile-lineabio360

Quanto sei ecosostenibile? La politica di Ringana

Domani è la giornata contro l’incenerimento dei rifiuti promossa da Gaia, Global Alliance Incenerator Alternatives. Questo ente promuove e adotta la strategia dei rifiuti zero. Quindi lo smaltimento dei rifiuti deve avvenire tramite riduzione, riutilizzo, riciclaggio e compostaggio e non sull’incenerimento e lo smaltimento in discarica. Si parla sempre più di effetto serra e, purtroppo, bruciare i rifiuti sono un vero inquinamento tossico per noi che lo respiriamo e per l’ambiente in cui viviamo.

Come produrre a rifiuti zero. Ringana c’è e può!

Ho conosciuto Ringana 4 anni fa e mi sono innamorata per la sua filosofia della sostenibilità. Zero rifiuti. Sì. Dalla produzione all’imballaggio,  allo smaltimento i rifiuti sono pari a zero. Tutto viene riciclato e tutto ciò che si raccoglie in natura per produrre la cosmesi fresca biologica e superfood vegetali vengono poi restituiti alla madre Terra.
Ringana si sviluppa e cresce in un vecchio supermercato abbandonato con una costruzione sostenibile in ogni piccolo dettaglio, l’energia è ricavata da pannelli fotovoltaici a freddo che risparmiano 5 milioni di acqua fresca all’anno, emissione Co2 zero in aria e in acqua per la produzione dei cosmetici, filler idrosolubili per gli imballaggi e, in una settimana, vengono prodotti due bidoni si spazzatura. Incredibile, vero? In che maniera? Secondo le regole del re-duce, riduzione dei rifiuti, il re-use per il riutilizzo dei flaconcini di vetro e il re-cycle perchè i barattoli di vetro di cosmesi vengono spediti dal cliente alla sede austriaca per poter essere utilizzati dopo la sterilizzazione.
L’azienda produce 3.000 pacchetti ogni giorno che vengono spediti nelle case europee senza danneggiare l’ambiente e aiutandolo nelle scelte d’acquisto che fa ognuno di noi.

L’imballaggio intelligente

imballaggio-lineabio360Ogni singolo prodotto di cosmesi viene avvolto in salviettine di cotone biologico al 100% che possono essere utilizzate come salviette per il bagno ma anche per una coccola al tuo viso. Basta bagnare con acqua calda la salvietta, mettere qualche goccia di lavanda e appoggiarla sul viso. Dieci minuti di relax, un vero toccasana per la nostra pelle e la nostra mente.
Ringana ha un campo dove produce mais, crea filler per essere messi all’interno della scatola con i prodotti che vengono spediti. Queste chips servono perché il prodotto arrivi integro nella tua casa e non sbatta a destra e sinistra durante il trasporto. Poi le palline di mais le puoi utilizzare. Le sciogli dentro all’annaffiatoio con ‘acqua e dai da bere alle tue piante. Il composto è ricchissimo di sostanze nutritive naturali per la salute delle tue piante.
Inoltre tutto il materiale di stampa è riciclato.

Ringana non si ferma qui…

Lineabio360-RinganaLa plastica che utilizza Ringana è di ultima generazione, 4 biotò che ha un enorme pregio, durante la bruciatura non emette diossina e non inquina l’ambiente. E’ a dir poco fantastica. Ringana però ha voluto evolversi e non fermarsi. La cosmesi fresca da gennaio 2018 farà un ulteriore progresso, tutti i prodotti saranno contenuti in una plastica bio. Contenitori prodotti dalla canna da zucchero proveniente dal Sud del Brasile, 100% da fonte rinnovabile e 100% riciclabile. Inoltre il processo di produzione permetterà di ridurre l’impronta del carbonio.
Una vera rivoluzione nel campo dell’imballaggio della cosmesi, unica azienda al mondo con un packaging così innovativo e così green.

premio-ringana-lineabio360

Premi e riconoscimenti di Ringana

In questi ultimi 21 anni Ringana ha ottenuto numerosi riconoscimenti. Nel 2015 vince il premio per la protezione dell’ambiente, il Klimaschutzpreis. Da novembre 2016 fa parte dell’Alleanza globale per il clima, un’associazione mondiale il cui scopo è tutelare il clima. E’ stata nominata per l’Energy Globe Award, il premio per l’ambiente più rinomato al mondo che viene conferito ogni anno a progetti eccezionali e sostenibili che vertono sull’uso parsimonioso delle risorse, sull’efficienza energetica e l’impiego di energie rinnovabili.

Con i nostri prodotti contribuiamo affinché la vita sia bella e sana in un pianeta verde. Sostieni anche tu il progetto verde e vieni a farne parte.

Scrivimi a info@lineabio360.it e ti farò conoscere un mondo ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente.
bagnoschiuma

Come leggere l’INCI: consulta il biodizionario. INCI di un prodotto fresco

Ogni giorno ci spalmiamo e utilizziamo sulla pelle 8/10 tipi di cosmetici. Oggi voglio mettere a confronto due prodotti di cosmesi per darti qualche informazioni sulle famose I.N.C.I.

Le I.N.C.I. (International Nomenclature Cosmetic Ingredients) si trovano all’interno di ogni singolo prodotto di cosmesi ed è molto importante saperle leggere.

Viviamo in un mondo consapevole, vogliamo un mondo consapevole e le scelte che noi facciamo per l’acquisto di prodotti ad uso quotidiano assumono un ruolo sempre più importante per la nostra salute.

Ci tieni alla tua salute o vuoi danneggiarla?

Bagnoschiuma comune VS Gel Doccia Ringana

Ho preso un comunissimo bagnoschiuma di marca di un istituto professionale e vediamo gli ingredienti.

Una piccola precisazione sull’ordine degli ingredienti. L’ordine in cui vengono presentati in etichetta gli ingredienti corrisponde alla quantità contenuta nel prodotto. Il primo prodotto è quello presente in percentuale maggiore, l’ultimo chiaramente quello presente in minor quantità. Ora puoi capire che un bagnoschiuma agli agrumi che ha gli agrumi presenti tra gli ultimi ingredienti…beh, probabilmente parliamo solo della profumazione, un vago ricordo di limone insomma…

Bagnoschiuma da supermercato

Aqua

Sodium Laureth Sulfate è un tensioattivo, sostanza cancerogena

Cocamidopropyl betaine è un tensioattivo, sostanza cancerogena

Sodium Chloride è un addensante, viscosizzante

Parfum tossico e carcinogeno .Osservazioni cliniche hanno provato che le fragranze possono interferire con il Sistema Nervoso Centrale, causando depressione, iperattività, irritabilità

Cocamidopropylamine oxide

Laureth-2 è pessimo, è un emulsionante, tensioattivo e agente schiumogeno

Methylchloisothiazolinone

Methylisothiazolinone è pessimo, è un conservante

Citric Acid

Disodium edta è inaccettabile, è un viscosizzante/sequestrante, mantiene solubilizzati i metalli pesanti nel mare. Inquina fortemente i mari ed è responsabile dell’estinzione di spugne e coralli

Linalool è un allergene del profumo

Limonene sempre un allergene del profumo

Eugenol sempre un allergene del profumo

CI 19140 è pessimo, un colorante artificiale

CI 42090 è pessimo, un colorante artificiale, ingredienti di origine sintetica e chimica

 

La scadenza? C’è un simbolo con un coperchio aperto dove all’interno c’è scritto 12. Si intende che dall’apertura del barattolo dura 12 mesi. Quindi maggiori sono i mesi e più conservanti sintetici e materie di origine petrolifera ha il prodotto.

Gel doccia naturale Ringana

geldocciaALOE BARBADENSIS LEAF JUICE*

LAURYL GLUCOSIDE

AQUA

ROSA DAMASCENA FLOWER WATER*

GLYCERIN

SODIUM LAURYL SULFOACETATE

SORBITAN SESQUICAPRYLATE

OLIVE OIL POLYGLYCERYL-6 ESTERS**

BETAINE

SODIUM COCOYL GLUTAMATE

SODIUM PCA

SESAMUM INDICUM SEED OIL

COCO-GLUCOSIDE

GLYCERYL OLEATE

SUCROSE COCOATE

SODIUM SWEET ALMOND AMPHOACETATE

SODIUM GRAPESEED AMPHOACETATE

SODIUM ARGANAMPHOACETATE

ASCORBYL PALMITATE

CITRIC ACID

PHENETHYL ALCOHOL

HYDROLYZED WHEAT PROTEIN

PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL*

SANTALUM ALBUM OIL

LEPTOSPERMUM PETERSONII OIL*

HELIANTHUS ANNUUS SEED OIL

TOCOPHEROL (VITAMIN E)

NIGELLA SATIVA SEED OIL

SUCROSE STEARATE

ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE POWDER

GLYCERYL CAPRYLATE

HYDROGENATED PALM GLYCERIDES CITRATE

XANTHAN GUM

P-ANISIC ACID

LECITHIN

SODIUM CHLORIDE

* ingredienti da coltivazione biologica

**realizzato con ingredienti biologici

100% ingredienti totali sono di origine naturale

54,2% degli ingredienti sono certificati coltivazione biologica

95,6% caratteristiche degli ingredienti sono certificati da coltivazione biologica

Cosmetici naturali e biologici sotto lo standard da EcoCert Greenlife standard certificato disponibili su questo sito HTTP://COSMETICS.ECOCERT.COM

La lista degli ingredienti ti sembra lunga? Non ti spaventare. Questi sono di un prodotto fresco naturale e senza nessun ingrediente di conservazione nè di derivazione petrolifera.

Ma giustamente stai pensando che io lavoro per Ringana. Bene, allora puoi controllare tu stesso le mie parole.

 

4 siti e app per leggere l’INCI

Lineabio360inciLeggere l’INCI non è facile. Ma internet è ricco di risorse. Per questo voglio indicarti 4 app e siti che potrai consultare in ogni momento per verificare la pericolosità del prodotto che hai acquistato.

Biodizionario (http://www.biodizionario.it/)

È il più conosciuto e il più immediato, ormai navigato e (quasi) sempre aggiornato. Devi solo inserire l’ingrediente nella ricerca e avrai una risposta immediata: con 2 pallini verdi l’ingrediente non è considerato pericoloso, con un pallino verde è accettabile, con un pallino giallo è dubbio, con un pallino rosso si sconsiglia l’utilizzo, con due pallini rossi è inaccettabile.

Cosmetici

La app Cosmetici è molto recente ed è un ottimo strumento, sia per Apple che per dispositivi Android, per fare acquisti più consapevoli. Insegna a leggere le etichette, capire le scadenze e i sistemi di sicurezza con un pratico glossario e numerosi video di esperti.

Biotiful

L’app contiene più di 10mila prodotti e altrettanti ingredienti da vagliare con attenzione. puoi ricercare il singolo ingrediente o consultare l’inci e la relativa valutazione del prodotto. Puoi anche fotografare il codice a barre del prodotto utilizzando il Biolettore. È disponibile su Play Store e Apple Store.

E’ verde?

È un’app più specifica che riguarda l’ecocompatibilità degli ingredienti dei prodotti acquistati ed è utilizzabile anche offline, recensire i prodotti e lasciare un’opinione. Anche questa è disponibile per Apple e Android.

Sembra strano come due prodotti possano essere così differenti. All’inizio non ci volevo credere neppure io, ma studiando, informandomi e scegliendo gli ingredienti giusti sono riuscita a trovare un’azienda che produce prodotti naturali al 100%.

La mia pelle mi ringrazierà. Cambiare si può, basta volerlo!

1