Archivi Tag: Team-working

Lineabio360-barca a vela

Vacanze in barca a vela: lavorare in team

Una crociera in barca a vela è ben più di una vacanza. E’ uno stile di vita diverso dal solito, un assaporare la natura in modo diverso, un’occasione per viverla e riscoprirla in maniera minimalista. Si rispetta e si asseconda la natura, un enorme patrimonio che a volte sottovalutiamo perchè troppo presi dalla vita frenetica di tutti i giorni.

Un po’ di storia e nascita della vela moderna

Fin dall’antichità l’uomo ha imparato a spostarsi  su un elemento a lui non congeniale,l‘acqua. Ha anche scoperto che poteva usare una fonte naturale di energia per farlo, il vento. Da qui la necessità di progettare barche con caratteristiche di stabilità sempre maggiori perchè è facile prendere il vento poggiando su un elemento stabile come la terra, difficile invece è farlo stando sull’acqua.

Con l’avvento della vela “Marconi”, dalla similitudine del tipo di alberatura con la forma dell’antenna radio progettata dal noto fisico, ha in seguito potuto sfruttare angoli maggiori con cui risalire il vento.

Skipper, regata e lavoro di gruppo

Lineabio360-Team building in barca a velaIl capobarca, chiamato più comunemente skipper è la persona di cui ci dobbiamo fidare. Tutti cercano la sicurezza sul suo volto, nei suoi movimenti, nel suo modo di parlare e di esporre le cose. Lo skipper deve trasmettere ad ognuno le basi dell’arte marinaresca, deve cercare per il suo equipaggio il giusto equilibrio tra divertimento ed apprendimento.

E’ bellissimo vedere entrare in porto una barca sulla quale regna il silenzio. Ogni persona ha un proprio ruolo, tutti sanno cosa devono fare, anche in caso di imprevisto. Lo skipper istruisce il suo equipaggio prima di salpare. Si accordano con gesti di intesa. In un equipaggio solidale e unito regna l’armonia. Questa è la parolina magica. E’ l’essenza di ogni team building e la barca non fa eccezione. Una lite, uno screzio possono far fallire una vacanza ancor prima che sia iniziata, possono far affondare un team!

Nell’aspetto prettamente sportivo della barca a vela, la regata, è importante l’armonia del gruppo ed il ruolo dello skipper, paragonabile ad un team-manager. Qui infatti c’è un risultato sportivo da conseguire e l’assegnazione dei ruoli e l’affiatamento tra l’equipaggio divengono cose primarie. E’ essenziale che lo skipper assegni ad ognuno il ruolo in cui più eccelle e che si facciano molte uscite di allenamento. Normalmente ci si ritrova periodicamente anche all’esterno dell’ambiente nautico, per bere e mangiare qualcosa insieme e mettere a punto le varie possibili strategie. Ognuno deve anche avere la massima fiducia nel lavoro svolto dagli altri e preoccuparsi esclusivamente del proprio compito. Solo in questo modo si potrà rincorrere il sogno di poter arrivare davanti agli altri e di aver le carte in regola per poterli superare e vincere.Lineabio360 vacanze-in-barca

Come vedete, barca o non barca, gli aspetti poliedrici di un team building spaziano dall’educazione  al rispetto, dalla scoperta al divertimento, dalla fiducia nel lavoro degli altri alla psicologia.

 

Ringana ti dà la possibilità di diventare un Team Leader. Tu ci metti la creatività, determinazione, resilienza, capacità e voglia di lavorare in team e io ti do tutti gli strumenti per diventare un vero leader, una persona di cui ci si può fidare. Entrare nel mio team pazzerello e divertente ti farà apprezzare il tempo libero per te e per la tua famiglia, amare il lavoro ed essere fieri di sè stessi.

Cristina Furlani

1